MEMENTO PARK - Il Parco delle Statue di Budapest
Mostre, proiezioni, macchina Trabant, negozio della Stella Rossa, giganti di pietra della dittatura comunista….

Memento Park offre un viaggio nel tempo tra le statue dimenticate dell'era comunista dietro la cortina di ferro.

Alla fine degli anni '80, quando tutte le dittature comuniste iniziarono a crollare, i cittadini sfogarano anche sulle statue del regime la loro rabbia accumulata in decenni di repressione. Mentre tutti i nuovi governi dell'est si affrettavano a rimuovere dalle strade ogni simbolo dei vecchi regimi, Budapest fece una scelta diversa, prese tutte le statue e le portò in uno spazio appena fuori dal centro per creare un Memento Park, un Parco della Memoria.

Insieme alle statue sono raccolte in un piccolo museo anche molte altre testimonianze della vita quotidiana sotto il regime dal 1956 fino alla fine del comunismo e ai cambiamenti politici del 1989-90.

E' un piccolo viaggio tra orrore e ironia, in uno dei periodi più tristi della storia dell'Ungheria.

In questo spazio dedicato alla memoria potete provare di persona come era salutare la folla in festa dalla grande tribuna, sedervi in una Trabant, macchina simbolo dell'epoca, o chiamare Lenin, Stalin, Mao, Che Guevara o altri … ed avere le risposte alle vostre domende riguardanti quel periodo storico: cosa fanno gli stivali di Stalin a Budapest? Perché Lenin tiene un cappello in mano e uno anche in testa? Perché l'Ungheria era chiamata la baracca felice?

Nel negozio „Stella Rossa" si vendono interessanti riproduzioni di oggetti dell'epoca comunista: locandine, magliette, candele, accendini, libri, orologi, film e molto altro.

Memento Park con le sue statue è un posto unico e speciale a Budapest, dove scattare foto particolari di un'epoca diversa!